Ripresa attività didattiche

Modalità di ripresa delle lezioni

Data:

sabato, 08 gennaio 2022

Argomenti
unnamed.jpeg

 

 

Lunedì 10 gennaio è prevista la ripresa delle attività didattiche. Il nuovo Decreto Legge emanato dal Governo il 5 gennaio 2022 modifica le regole con le quali vengono gestiti i casi di positività in ambito scolastico:

Scuola dell’Infanzia

Le attività saranno sospese per una durata di 10 giorni già in presenza di un solo caso di positività.

Scuola Primaria

Con un solo caso di positività viene attivata la cosiddetta "sorveglianza con testing": l’attività in classe prosegue effettuando un test antigenico rapido o molecolare (T0) appena si viene a conoscenza del caso di positività; il test verrà successivamente ripetuto dopo 5 giorni (T5). Se i casi positivi sono invece 2 (o più di 2), per la classe interessata saranno attivati i servizi didattici a distanza per la durata di 10 giorni.

 

Scuola Secondaria di I grado

Con un solo caso di positività per classe è prevista soltanto l’autosorveglianza e l’uso in aula delle mascherine di tipo FFP2 (al momento non è prevista la fornitura delle mascherine FFP2 da parte del Ministero e non è pervenuta alcuna comunicazione in merito; pertanto le famiglie dovranno provvedere autonomamente; su questo aspetto saranno comunicati tempestivamente aggiornamenti qualora sopraggiungessero altre informazioni).

Quando i casi sono 2 nella stessa classe è prevista:

per coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni, che sono guariti da più di 120 giorni, che non hanno avuto la dose di richiamo: didattica digitale integrata;

per tutti gli altri: prosecuzione delle attività in presenza con auto-sorveglianza e uso di mascherine FFP2 in classe. Quando i casi sono almeno 3 nella stessa classe è prevista l’attivazione dei servizi didattici a distanza per 10 giorni.

Al fine di contenere i contagi e garantire la didattica in presenza per tutti, è necessario monitorare con attenzione il proprio lo stato di salute nelle prossime 24/48 ore ed in particolare lunedì 10 gennaio prima dell’accesso ai locali scolastici, ricordando che non è consentito l’ingresso ai soggetti che hanno una temperatura corporea superiore a 37,5 gradi centigradi o che presentano sintomi simil influenzali.

Tutto il personale scolastico e le famiglie sono tenuti a comunicare tempestivamente eventuali provvedimenti di isolamento domiciliare obbligatorio o quarantena domiciliare (in quanto soggetti positivi accertati al COVID-19 o individuati come contatti stretti di un caso accertato).

Al fine di tutelare il servizio di istruzione, si segnalano alle famiglie le specifiche criticità che la scuola sarà chiamata ad affrontare alla ripresa delle attività didattiche, legati alle attività di autosorveglianza, screening, contact tracing, gestione delle modalità mista di erogazione dei servizi didattici (in presenza e a distanza) e alla crescita esponenziale dei contagi anche tra i lavoratori vaccinati e alla complessa gestione del personale inadempiente all’obbligo vaccinale, che non consentiranno di assicurare la pronta sostituzione degli assenti, con possibili ricadute sulla regolarità delle lezioni.

Proprio a causa dell’indisponibilità di un numero molto elevato di docenti, per motivi legati all’inadempienza dell’obbligo vaccinale e a malattia da COVID-19, l’orario delle lezioni della scuola secondaria di primo grado “L. Verga” verrà, in via eccezionale e transitoria, modificato nella settimana dal 10 al 14 gennaio 2022 come di seguito:

  • le classi prime usciranno alle ore 12;
  • le classi seconde alle ore 12.15;
  • le classi terze alle ore 12:30.

La scuola continuerà, in ogni caso, a osservare la linea della protezione della salute delle allieve e degli allievi e del personale. E’ pertanto indispensabile, in ragione della attuale situazione, che tutti garantiscano il rigoroso rispetto delle norme per la limitazione dei contagi (distanziamento fisico, uso corretto delle mascherine, lavaggio accurato delle mani con gel idroalcolico o acqua e sapone, frequenti ricambi di aria) e degli aggiornamenti che le integreranno. In questo momento solo l’estrema attenzione, la correttezza e il senso di responsabilità di ciascuno potranno garantire la ripresa della didattica in presenza.

Si confida nella comprensione e collaborazione di tutto il personale scolastico e delle famiglie, indispensabili per superare una situazione di eccezionale complessità e difficoltà.

 

Il Dirigente Scolastico Prof. Rodolfo Rizzo                                                                                                      

Documenti